L’unione con Dio rende immortali

Due parole di introduzione:

L’articolo che segue è la trascrizione di una parte di un incontro privato.

Il soggetto che parla in prima persona è sempre Metatron e Irina lo ha interpretato con parole sue ;-), come sempre un po’ risistemate da me (Massimo).

Versione stampabile

È la sensazione dell’unione con Dio che vi darà veramente il senso dell’appartenenza perché questo è l’appoggio più stabile che esista ed è un appoggio che vale per l’Eternità.

Nel momento in cui voi lo acquisite non dovrete più preoccuparvi se questo appoggio sarà valido per un certo tempo o no, se è valido solo nella dimensione terrestre o no.

È valido sempre.

Nel momento in cui voi lo acquisite, diventate immortali, diventate senza scadenze, diciamo però, con la necessità di rinnovare sempre e continuamente il vostro assetto perché è proprio la condizione dell’unione con Dio che detta questa regola.

Lui dice: sì, potete stare con me ed essere immortali, possiamo essere uniti, possiamo usare insieme le nostre energie per servire i voli di qua o i voli altrove… Anzi, vi invita a questo genere di collaborazione e a questo punto il problema della morte non si pone perché l’unione con Dio libera naturalmente da questa soglia, da questa condizione.

Siccome per Lui non esiste il concetto della morte, allora chi è veramente unito con Lui si trova nella stessa condizione.

Poi, il look, l’assetto, l’autopresentazione certamente possono rinnovarsi, possono evolvere, anche il modo di essere presenti nella materia può evolvere, però, se entrate in connessione con Dio, entrate in connessione con l’Immortalità.

Dentro questo filone, poi, possono essere fatte tante scelte su come manifestare questa vostra immortalità, verso quali risoluzioni esistenziali avviare le vostre energie, che cosa servire.

Continua »

Nessun Commento

Il Nuovo Albero della Vita

Due parole di introduzione:

L’articolo che segue è il frutto del lavoro di più persone/presenze ed è la trascrizione di una parte dell’incontro che si è tenuto l’11 Marzo scorso.

Il soggetto che parla in prima persona è sempre Metatron, Irina lo ha interpretato con parole sue ;-), Maria Teresa ha fatto la trascrizione letterale ed io (Massimo) ho fatto qualche adattamento per renderlo più leggibile…

Grazie quindi a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo articolo e buona lettura a tutti!!!

Versione stampabile

È come se dovesse nascere un albero della vita diverso.

Che cosa è l’albero della vita?

Possiamo vederlo come un certo assetto della forza che è stato impostato in un certo modo. L’albero della vita è una metafora enorme, comprende tutto, comprende le radici, comprende il tronco, i rami, le foglie, un sistema che ha le sue leggi, che ha il suo ordine, che ha le sue portanti.

E chissà perché vuole fare certe cose, mentre altre non le vuole e altre le proibisce.

È una specie di super soggetto che detta la sua volontà.

È arrivato il momento di attivare un altro albero della vita, il che comporterà anche la cessazione dell’esistenza dell’albero della vita di prima, sempre compatibilmente con i requisiti della stabilità e dell’equilibrio.

Continua »

Nessun Commento

Benvenuti nel Nuovo Volume Terrestre!

Due parole di introduzione:

L’articolo che segue è il frutto del lavoro di più persone/presenze ed è la trascrizione di una parte dell’incontro che si è tenuto il 29 Gennaio scorso.

Il soggetto che parla in prima persona è sempre Metatron, Irina lo ha interpretato con parole sue ;-), Maria Teresa ha fatto la trascrizione letterale ed io (Massimo) ho fatto qualche adattamento per renderlo più leggibile…

Grazie quindi a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo articolo e buona lettura a tutti!!!

Versione stampabile

Benvenuti nel Nuovo Volume Terrestre!

Potete percepire da subito la novità di questa terrestricità, di questo magnetismo, di questa realtà che accompagna all’uscita alcuni componenti mentre altri li sta accogliendo in ingresso.

Oggi parleremo di diversi argomenti e serviremo anche diverse cose.

Cominciamo piano piano a focalizzarci sulle cose principali.

Mi fa molto piacere essere la vostra guida in questa esplorazione, però ci saranno anche altri interlocutori oggi. Io comincio un po’ a preparare lo spazio, a sincronizzare ciò che deve essere sincronizzato perché, come al solito, bisogna servire la creazione stessa dello spazio in cui dopo si mostreranno le cose.

Voi, adesso, per la prima volta, vi trovate su questo suolo terrestre dove c’è anche Dio.

Continua »

Nessun Commento

Il Divertimento

Due parole di introduzione:

L’articolo che segue è il frutto del lavoro di più persone/presenze ed è la trascrizione di una parte dell’incontro che si è tenuto il 31 Dicembre scorso.

Il soggetto che parla in prima persona è sempre Metatron, Irina lo ha interpretato con parole sue ;-), Maria Teresa ha fatto la trascrizione letterale ed io (Massimo) ho fatto qualche adattamento per renderlo più leggibile…

Grazie quindi a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo articolo e buona lettura a tutti!!!

Versione stampabile

Adesso parliamo un po’ di questo aspetto del divertimento.

Che cosa vuol dire per voi divertimento?

Provate a dare dentro di voi questa definizione, che cosa è per voi il divertimento, che cosa vi aspettate dalla vita quando pensate al divertimento.

Continua »

Nessun Commento

La Curva

Due parole di introduzione:

L’articolo che segue è il frutto del lavoro di più persone/presenze ed è la trascrizione della prima parte dell’incontro che si è tenuto il 23 Ottobre scorso. Qui invece potete leggere la seconda parte, ancora più intensa!

Il soggetto che parla in prima persona è sempre Metatron, Irina lo ha interpretato con parole sue ;-), Chiara ha fatto la trascrizione letterale ed io (Massimo) ho fatto qualche adattamento per renderlo più leggibile…

Grazie quindi a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo articolo e buona lettura a tutti!!!

Versione stampabile

Buon giorno a tutti, finalmente ci reincontriamo. Avrei diverse cose da proporre per il nostro lavoro collettivo.

Comincio da questa cosa: io ho la sensazione di una famiglia.

Mi sento imparentato con voi, con voi, con le persone umane, e fa parte della mia passione, è questo il riferimento su cui io mi appoggerò oggi: la sensazione, la condizione che siamo una famiglia, che siamo imparentati. Quindi ci scambieremo le esperienze, viaggeremo insieme avendo un rapporto quale quello che possono avere tra di loro i membri di una famiglia.

Io mi percepisco come un cittadino del Mondo della Terra, anche se sono diverso da voi. Anch’io aspetto di venire a sapere altre cose su come essere ancora più me stesso, su come manifestare me stesso.

Sto affrontando questa curva insieme a voi e nemmeno io so che cosa incontreremo dopo, posso solo promettervi che seguiremo questa curva, questa svolta, con il massimo delle nostre energie e che sicuramente dopo la curva ci aspetta un’illuminazione.

Potrà essere un’illuminazione composta di tante piccole sfumature, insomma, di piccole illuminazioni oppure potrà essere un’illuminazione molto grande, molto forte. Ovviamente non sarà un’illuminazione definitiva, però sarà come un’esplosione della conduttività energetica che si fa vedere, si fa notare.

Quindi, tutti noi, dopo la curva, vedremo un’illuminazione, tagliata su misura per ciascuno.

Continua »

Nessun Commento