“Uno due tre quattro cinque…: io vado a cercare!”

Il 23 gennaio abbiamo tenuto a Milano un seminario con questo titolo:

Noi e le Nuove Energie Planetarie – Il primo passo, creare la bussola del Nuovo Sapere

Riporto qui le considerazioni formulate nella locandina dell’evento:

Alcuni mesi fa Metatron ha rilanciato l’idea, che era nell’aria da tempo, della creazione di una Scuola della Nuova Esistenza con l’aggiunta dell’aggettivo Multidimensionale – Scuola Multidimensionale della Nuova Esistenza – definendo così un regime di ricerca e di sviluppo congiunto del sapere che unisce vari tipi e forme di energie.

Alle energie che sono ora presenti sulla Terra (ormai è assodato che è nella dimensione terrestre che non solo tutto nasce, ma tutto deve nascere: i nuovi sensi, i nuovi significati, il nuovo modo di essere e di raccontare quello che si è), si aggiungono e congiungono, a seconda delle necessità, questa o quella particolare fonte, questo o quell’aspetto dell’Eternità fuori dall’attuale volume del piano fisico terrestre.

I cambiamenti strutturali senza precedenti che sono avvenuti e che continuano ad avvenire nell’habitat energetico del nostro pianeta rendono sempre più sbiadito, sempre meno eccitante, sempre meno conduttivo il vecchio sapere sulla realtà, sulla Vita, su “come siamo fatti” e sul “perché siamo qui”, sulle energie in generale e sulla nostra interazione con loro.

Ci occorre indubbiamente un sapere nuovo e la brutta notizia è che in questo momento non c’è proprio nessuno, né sopra, né sotto che lo possieda, mentre la bella notizia è che siamo noi ad avere il dovere e il privilegio di formarlo, fluendo empiricamente nello spazio della Vita multidimensionale con la nostra natura profonda e la nostra conduttività, in parole povere con tutto ciò di noi di più profondo e autentico.

Continua »

Nessun Commento
  • Immagini

  • Slideshow

  • Perché siamo qui?

    Benvenuti nella nostra nuova casa – nel portale nato come Afrodite dalla schiuma e dagli spruzzi dell’onda trasformativa. Ma quale onda trasformativa? Di che cosa stiamo parlando? Un attimo di pazienza, ci arriveremo, ma prima di introdurre l’argomento dell’onda trasformativa e degli incredibili cambiamenti che stanno per travolgere il pianeta Terra, vorrei presentarmi. Irinushka è il mio “nome d’arte” che proviene dal mio nome anagrafico – appunto, Irina. Sono nata a Mosca e fino all’età di trent’anni sono stata una persona apparentemente “normale” – laureata a Mosca in lingue straniere e storia moderna, quindi ricercatrice all’università e interprete, all’epoca della “perestroika” mi sono trasferita in Italia e ho felicemente trovato in questo paese la mia seconda patria. Nuovi scenari, nuovi affetti, nuovi spartiacque, nuovi confini. Alcuni dei quali veramente sbalorditivi… Ecco, apro subito un inciso: mi rendo conto che alcuni termini e alcune espressioni che userò sia in questo mio primo scritto che in seguito possono sembrare un po’ esagerati, forse fuori contesto, magari quasi ridicoli a chi mi legge appunto per la prima volta (e per questo spesso li metterò tra apici). Il problema è che in questo primo articolo io devo in qualche modo condensare un cammino che va avanti da diversi anni, riflesso in centinaia di scritti e di elaborazioni e di discussioni in lingua russa e di cui potete trovare traccia qui. Mentre per voi che mi leggete adesso sono una novità sbucata fuori dal nulla! Quindi vi chiedo di avere pazienza e un po’ di fiducia…-)! E naturalmente, visto che si tratta di un blog, potrete sempre esprimere i vostri dubbi, le vostre domande, le vostre richieste di chiarimento.

    Continua >>
  • Collegamenti

    • Per chi desidera ricevere nostre notizie:
    • Aggiungi la Tua Mail alla Nostra Mailing List