La “realtà di cortesia” è servita!

Durante la nostra seduta informale dell’11.11.11 Metatron ha parlato di una certa condizione decisamente insolita, come un “nulla” che separa, ma anche in qualche modo unisce l’ordine della realtà precedente e quello successivo, e ha anche avvertito che non è una condizione che potevamo comprendere con la mente.

Bene, sono lieta di annunciarvi che siamo proprio in mezzo a questo “nulla”: non c’è più la realtà di prima, i codici che la gestivano sono stati sciolti, prosciolti, scollegati, ritirati, in compenso siamo stati dotati di una “realtà di cortesia“, formata da codici sostitutivi.

Sono codici che riproducono più o meno fedelmente la nostra realtà familiare, il nostro familiare senso dell’ambiente, altrimenti non potremmo reggere lo choc (quella scena in “Matrix” dove Neo e Morpheus discutono con disinvoltura di tutto e di più con nient’altro intorno che un tavolo e un paio di sedie in mezzo al nulla 🙂 ), però non c’è un contatto reale tra noi e il mondo, non c’è una reale aderenza, tutti i legami diretti sono stati “micro-sospesi”, è una realtà “con la condizionale”.

Continua »

Nessun Commento
  • Immagini

  • Slideshow

  • Perché siamo qui?

    Benvenuti nella nostra nuova casa – nel portale nato come Afrodite dalla schiuma e dagli spruzzi dell’onda trasformativa. Ma quale onda trasformativa? Di che cosa stiamo parlando? Un attimo di pazienza, ci arriveremo, ma prima di introdurre l’argomento dell’onda trasformativa e degli incredibili cambiamenti che stanno per travolgere il pianeta Terra, vorrei presentarmi. Irinushka è il mio “nome d’arte” che proviene dal mio nome anagrafico – appunto, Irina. Sono nata a Mosca e fino all’età di trent’anni sono stata una persona apparentemente “normale” – laureata a Mosca in lingue straniere e storia moderna, quindi ricercatrice all’università e interprete, all’epoca della “perestroika” mi sono trasferita in Italia e ho felicemente trovato in questo paese la mia seconda patria. Nuovi scenari, nuovi affetti, nuovi spartiacque, nuovi confini. Alcuni dei quali veramente sbalorditivi… Ecco, apro subito un inciso: mi rendo conto che alcuni termini e alcune espressioni che userò sia in questo mio primo scritto che in seguito possono sembrare un po’ esagerati, forse fuori contesto, magari quasi ridicoli a chi mi legge appunto per la prima volta (e per questo spesso li metterò tra apici). Il problema è che in questo primo articolo io devo in qualche modo condensare un cammino che va avanti da diversi anni, riflesso in centinaia di scritti e di elaborazioni e di discussioni in lingua russa e di cui potete trovare traccia qui. Mentre per voi che mi leggete adesso sono una novità sbucata fuori dal nulla! Quindi vi chiedo di avere pazienza e un po’ di fiducia…-)! E naturalmente, visto che si tratta di un blog, potrete sempre esprimere i vostri dubbi, le vostre domande, le vostre richieste di chiarimento.

    Continua >>
  • Collegamenti

    • Per chi desidera ricevere nostre notizie:
    • Aggiungi la Tua Mail alla Nostra Mailing List