Le energie nella Nuova Realtà

Per gentile concessione di Valentina / Arcobaleno un estratto dal suo incontro individuale dell’11.10.10.

Il vecchio sapere sulle energie adesso sta diventando obsoleto, praticamente a vista d’occhio.

Succedeva già così prima, ma adesso con la forza dell’Amore che esce dalla clandestinità, tantissime forme del sapere non saranno più valide, quindi tanto vale cominciare da zero a comprendere che cosa sono le energie e come noi interagiamo con loro. Questo vale per tutti: a livello dell’umanità, dovremo ricreare tutto il nostro vecchio sapere.

Per il momento le useremo in modo empirico e sarà soprattutto l’Amore a essere la nostra guida.

Sarà l’Amore a nutrirci con il sapere, come potrebbe fare una madre che cresce un figlio, perché gli trasmette delle cose naturalmente, senza spiegargliele in modo complicatissimo: semplicemente dà e lui riceve, lui percepisce.

La forza dell’Amore ci aiuterà ad entrare in possesso di certi segreti, di certe cose complicatissime, che però ci verranno insegnate con naturalezza, perché attraverso il flusso dell’Amore che fluisce arriva anche il sapere.

Adesso ci troviamo all’inizio, quindi prima di tutto liberiamoci decisamente e con disinvoltura da tutto il sapere che possiamo avere in fatto di energie.

Ci sono molte falsità anche nelle tecniche attualmente in uso o magari ci sono delle cose giuste, ma accompagnate da interpretazioni abbastanza sbagliate; le spiegazioni sono false mentre le energie possono essere giuste, quindi un consiglio: usare il meno possibile il sapere ufficialmente esistente. Molto meglio essere degli ignoranti che scoprono empiricamente le cose ascoltando l’Amore, piuttosto che credere di sapere, ma essere immersi in una condizione piena di falsità e chiusure.

Tra l’altro, il compito della scuola multidimensionale sarà anche quello di creare una specie di abecedario del nostro approccio alle energie, delle nostre interazioni con le energie, che ci permetta di imparare ad ascoltare le eccitazioni dentro il nostro corpo o all’esterno, di imparare ad ascoltare le eccitazioni come riferimento principale della nostra vita, di ricreare così tutta la nostra esistenza sulla base delle eccitazioni di cui siamo in ascolto.

Ci saranno tante novità, come sapere, come saper fare, come modo di vivere.

E adesso parliamo un attimo dei volumi, dei volumi diversi in cui vivono energie diverse.

Nello spazio della Nuova Terra la dimensione non è più soltanto quella fisica, anche se diciamo la “dimensione della Terra” o la “terrestricità” intendiamo per definizione un certo mix in cui le energie puramente fisiche coesistono con le energie sottili: da questo piano, dalla Terra, ora sono disponibili tutte le energie sottili che possono esistere nell’Universo, disponibili a chi deve accedere a queste energie, ammesso che sappia come usufruirne e ammesso che il suo servizio glielo chieda.

Ma il diritto di accesso della Terra a qualsiasi fonte adesso esiste.

Queste energie però dovranno avere la consistenza della terrestricità, dovranno parlare il linguaggio della terrestricità, anche perché sarebbe un segno di rispetto.

Il volume della Terra ha un certo regime vibrazionale, un certo linguaggio, e tutto ciò che è qui dentro, quindi tutte le forme di energia, deve servire questo regime, deve adattarsi a questo regime.

Se per esempio sono delle energie sovrannaturali e vogliono davvero vivere qui ed essere richieste qui e sentirsi felici e a casa qui, allora devono imparare a parlare il linguaggio della terrestricità, non possono mettere in prima vista la loro condizione sovrannaturale, ad esempio: “Beh, ma noi però siamo così, voi prendeteci in questo modo, uscite dal vostro guscio terrestre, venite a toccarci nel nostro sovrannaturale”.

Se si comportano in questo modo vuol dire che di fatto non sono presenti nella terrestricità, dentro la Nuova Terra, vuol dire che non sono attrezzate per scendere quaggiù, per potenziare la materialità della Terra con la loro presenza, vuol dire che non sono le energie giuste, vuol dire che è molto meglio scollegarsi da questo tipo di fonte, perché anche se magari può fornire certi momenti della comprensione in più, qualche stimolo o qualche aiuto, di fatto si tratta di entrare in contatto con qualcosa che è al di fuori del volume della terrestricità, quindi è come andare a proiettare se stessi fuori dalla Vita, perché la nostra vita autentica adesso è qui, su questo pianeta, e tutto ciò che è giusto, autentico e ci serve, per definizione deve venire qui.

Se non viene qui e sta lassù e dice “ehi tu però vieni qui da me” è meglio non andare perché sarebbe come auto sabotare la nostra espansione della Vita.

Noi dobbiamo avere fiducia nella materia, nella terrestricità, nel nuovo volume magico che è prima di tutto terrestre e fisico, ma che ci può dare quello che ci serve a condizione che queste frequenze possano davvero espandersi dentro la terrestricità e adattarsi al nostro mondo, diventare uno di noi. Se non lo fanno vuol dire che loro hanno la loro vita da vivere e noi abbiamo la nostra, poi casomai quando diventeremo più maturi, più bravi a eseguire i vari .exe multidimensionali allora potremo trovare un modo per dialogare, ma questo sarà il compito di una fase successiva.

Adesso come adesso noi dobbiamo usare solo le energie che circolano nella dimensione terrestre.

E per capire se è così o non è così, per comprendere se queste energie sono davvero parte della terrestricità o no dobbiamo usare questo nostro sensore, ascoltare il linguaggio, il comportamento di queste energie e percepire se sono dentro la terrestricità, se rispettano la Terra veramente oppure no. Se ci presentano delle relazioni in cui in primo piano si trova la loro condizione che non è quella della terrestricità vuol dire che non c’è abbastanza Amore, che non possono rinunciare al proprio profilo per entrare qui e a questo punto tutte le varie dichiarazioni di Amore Universale e di Amore Infinito valgono poco o niente perché di fatto non lo manifestano, questo Amore, usano questo riferimento perché sanno che a noi piace, sanno che noi siamo molto dipendenti da questa parola e la usano a sproposito perché non fanno niente per dimostrare davvero come funziona questo Amore.

Irina qui ha parlato delle Fonti con cui lei e Massimo lavorano dal ‘95, che hanno dimostrato l’Amore a livello pratico perché da quelle loro altezze stratosferiche sono riuscite a entrare nel loro (I e M) modo di comunicare e di comprendere le cose, usando tutta la propria fluidità e adattandosi a regole ed esigenze umane.

E poi c’è questa cosa che è molto appassionante: scoprire la grande diversità delle energie che adesso sono qui nella terrestricità, comprese le energie dei piani sottili che hanno avuto la residenza qui. Però vedi anche Metatron che è un esempio classico: lui impara il linguaggio della terrestricità, si avvicina a noi, usa noi come un suo riferimento per donare il suo Amore, rispetta la nostra dimensione di base e anche grazie a lui, e magari sotto la sua guida, potremo scoprire diverse energie (anche energie umane) che circolano e ci eccitano, ma che ancora non sappiamo come si presentano né a quale fonte risalgono.

Potrebbe essere quasi come una caccia al tesoro perché adesso scorrono già diversi tipi di energie e man mano che entriamo in contatto diretto con le eccitazioni della Vita le scopriremo e magari capiremo anche la fonte da cui arrivano queste energie.

Quindi sarà una scoperta appassionante e siamo ancora all’inizio.

www.pdf24.org    Invia articolo in formato PDF   
Nessun Commento